Info corso

crediti ECM
3,6
Periodo
on-line fino al 16/01/2021
Codice ECM
38-312707
Destinatari

La partecipazione al corso è aperta a tutti

Non sono possibili nuove registrazioni, mentre i corsisti precedentemente registrati possono ancora accedere alle lezioni.

Programma

 

Moderatori:

Giorgio Brandi
Professore Ordinario Igiene generale e applicata, Università degli studi di Urbino
Maria Teresa Montagna
Professore Ordinario Igiene generale e applicata, Università degli Studi di Bari


16.00 – 16.20
L’Italia si è fermata: pandemia, lockdown e mondo dello sport
Silvio Tafuri
Professore Associato Igiene generale e applicata, Università degli Studi di Bari


16.20- 16.40
Raccomandazioni internazionali in materia di sicurezza degli eventi sportivi
Francesca Gallè
Professore Associato Igiene generale e applicata, Università degli Studi Parthenope di Napoli


16.40-17.00
Riavviare lo sport in sicurezza: il ruolo della sanità pubblica
Simona Ursino
Direttore Dipartimento di Prevenzione ASL Roma 4


17.00 – 17.20
Promuovere l'attività fisica durante le chiusure scolastiche imposte dalla prima ondata della pandemia di Covid-19: Comportamenti degli insegnanti di educazione fisica in tre Paesi europei"
Erica Gobbi
Ricercatore Metodi e Didattiche delle Attività Sportive, Università degli Studi di Urbino


17.20-18.00
Discussione Generale 

Discussants: 

Maria Teresa Montagna
Professore Ordinario Igiene generale e applicata, Università degli Studi di Bari
Giorgio Brandi
Professore Ordinario Igiene generale e applicata, Università degli studi di Urbino
Sergio Lamanna
Comandante, Centro di Preparazione Olimpica Sabaudia Gruppo Sportivo Marina Militare
Raffaele Sannicandro
Componente Commissione Impianti Sportivi, CONI, Roma
Pierpaolo Frattini
Direttore Generale Società Canottieri Varese A.s.d.
Massimo Zanotto
Presidente
Centro Universitario Sportivo CUS Venezia

 

 


 

Presentazione del corso

La fase del lockdown inaugurata dal DPCM 8 marzo 2020 ha determinato la sospensione della maggior parte degli eventi sportivi e la chiusura di impianti sportivi e palestre. Nella fase della endemizzazione dell’infezione da SARS-COV-2 è necessario disegnare strategie che contemperino la necessità di percorsi sicuri con la continuità dei programmi sportivi agonistici e la sostenibilità economica del processo nel mondo dello sport dilettantistico. In questo processo è evidente una forte responsabilizzazione del mondo della Sanità Pubblica, che deve accompagnare il mondo dello sport nel disegno delle azioni.