Info corso

crediti ECM
3,6
Periodo
on-line fino al 29/06/2022
Codice ECM
38-355620
Destinatari
partecipazione aperta a tutti
Help desk
Per informazioni contattare l'indirizzo email: c.magri@planning.it
Tel: --

Non sono possibili nuove registrazioni, mentre i corsisti già registrati possono ancora accedere ai contenuti didattici.

Programma del corso

Moderatore: Carlo Favaretti, Coordinatore Gruppo di Lavoro Leadership in Sanità Società Italiana Igiene e Medicina Preventiva (S.It.I.), Centro di Ricerca sulla Leadership in Medicina presso l’U.C.S.C. di Roma
 

16:30Introduzione

16:45Governare la complessità organizzativa
Angelo Tanese, Direttore Generale Asl Roma 1

17:05Emergenza Covid e cambiamento in sanità
Andrea Silenzi, Dirigente Medico Ministero della Salute, Roma

17:30Insegnare la sfida della complessità: la formazione e il ruolo dei medici di sanità pubblica
Anna Odone, Professore Ordinario Igiene, Università di Pavia

17:50Comunicare il cambiamento: dal COVID al PNRR
Daniel Fiacchini, Coordinatore Gruppo di Lavoro SItI, Dirigente Medico in Igiene e Medicina Preventiva, Dipartimento di Prevenzione ASUR, Area Vasta 2, Fabriano e Senigallia

18:10Esperienze sul campo: strategie e pratiche
Enrico Di Rosa, Direttore UOC SISP Asl Roma 1
Paolo Parente, Dirigente Medico DSA Asl Roma 1
Andrea Ziglio, Direttore Sanitario IRCCS, Istituto delle Scienze Neurologiche AUSL Bologna

19:00Conclusioni

Presentazione del corso

La complessità è uno degli elementi che maggiormente caratterizza i Sistemi Sanitari. Governare la complessità verso obiettivi di miglioramento della salute individuale e comunitaria è alla base della leadership per la sanità. Le emergenze rappresentano il teatro principale della complessità e molti professionisti della sanità pubblica hanno lavorato in ambito emergenziale e lo stanno facendo guidando il cambiamento presente e la prospettiva del cambiamento del futuro prossimo dell’SSN. Quali gli aspetti da tenere in considerazione per la gestione delle prossime sfide. Quali gli insegnamenti e i lasciti delle emergenze che stiamo vivendo.